Ulrich Becher all’ASL

Ulrich Becher vanta una forza linguistica e un senso dell’umorismo più unici che rari che lo rendono uno degli autori più avvincenti della letteratura d’esilio di lingua tedesca. Basti pensare al suo «opus magnum», «Caccia alla marmotta» («Murmeljagd», 1969), parzialmente autobiografico e ambientato a Pontresina: un romanzo al contempo criminale, gotico e d’esilio.

Ulrich Becher
Ulrich Becher
© Esther Pfirter (1974)

La sua posizione critica nei confronti del nazionalsocialismo e del ruolo precario dell’artista è al centro di altre opere di Becher come la raccolta di novelle New Yorker Novellen (1950) o i romanzi Kurz nach 4 (1957), William’s Ex-Casino e Das Profil (1973). Oltre a opere in prosa di stampo espressionista, Becher scrisse anche poesie e diversi pezzi per il teatro, come il dramma storico Der Bockerer (1948), da cui è stato tratto un film di successo nel 1981.

Ulrich Becher nacque a Berlino il 2 gennaio 1910. Dopo aver frequentato il liceo di Wickersdorf, dal 1928 studiò legge a Ginevra e Berlino. Artista versatile, dal 1927 Becher divenne anche allievo del famoso pittore George Grosz, che ne apprezzò il talento grafico e con il quale strinse un’amicizia che durò tutta la vita. Si narra che tra i libri bruciati dai nazisti nel rogo del 10 maggio 1933 ci fosse anche la sua raccolta di novelle Männer machen Fehler, pubblicata dalla casa editrice Rowohlt nel 1932.

L’ascesa al potere dei nazionalsocialisti costrinse Becher all’esilio. Il 27 febbraio 1933 fuggì a Vienna, dove sposò Dana Roda, figlia dello scrittore austriaco Alexander Roda Roda. Con l’annessione dell’Austria nel 1938, Ulrich e Dana Becher si rifugiarono in Svizzera, a Pontresina. Seguirono altri periodi in esilio in Brasile (1941–1944) e a New York (1944–1948). Nel 1948 Becher rientrò in Europa e, dal 1954 fino alla morte sopravvenuta il 15 aprile 1990, visse in un appartamento a Basilea.

Il lascito di Ulrich Becher è conservato in parti uguali presso l’Archivio svizzero di letteratura di Berna e l’Archivio tedesco dell’esilio di Francoforte sul Meno.

Contatto

Biblioteca nazionale svizzera
Archivio svizzero di letteratura ASL
Moritz Wagner
Hallwylstrasse 15
3003 Berna
Svizzera
Telefono +41 58 467 18 79
E-mail

Stampare contatto

https://www.nb.admin.ch/content/snl/it/home/chi-siamo/asl/fondi-archivi/primo-piano/becher.html