Blaise Cendrars all’ASL

Blaise Cendrars
Blaise Cendrars, studente a Berna nel 1907

Frédéric Louis Sauser nasce a La Chaux-de-Fonds nel 1887. Dopo un’infanzia tormentata, viene mandato in Russia per un apprendistato. Al suo ritorno in Svizzera, si iscrive a medicina all’Università di Berna, dove conosce la sua prima moglie, Féla Poznanska. Nel 1911 si reca nella grande mela, luogo in cui scrive Les Pâques (Pasqua a New York). Dopo essersi trasferito a Parigi, pubblica il testo con quello che è ormai il suo pseudonimo definitivo: Blaise Cendrars. All’epoca frequenta i pittori e gli ambienti dell’avanguardia. Nel 1913 viene pubblicata la sua poesia più famosa: La Prose du Transsibérien et de la petite Jehanne de France (Prosa della transiberiana e della piccola Jehanne di Francia). Durante la prima Guerra mondiale si arruola come volontario nell’esercito francese. Nel 1915, a causa di una grave ferita, gli viene amputato il braccio destro.

Tornato alla vita civile, Blaise Cendrars si dedica al cinema e all’edizione. Nel 1917 incontra colei che diventerà la sua musa: Raymone Duchâteau. Gli anni Venti sono segnati dalla pubblicazione delle sue ultime raccolte di poesie e da una prospera produzione narrativa, oltre che da un viaggio in Brasile. Nel decennio successivo Blaise Cendrars si dedica invece soprattutto ai reportage.

All’inizio della seconda Guerra mondiale diventa corrispondente di guerra nell’esercito inglese. In seguito, si stabilisce ad Aix-en-Provence. Nel 1943 inizia a scrivere le sue «memorie che non sono memorie»: L’Homme foudroyé (L’uomo folgorato), La Main coupée (La mano mozza), Bourlinguer e Le Lotissement du ciel (La lottizzazione del cielo), opere in cui si abbandona alla trasfigurazione del suo passato. Nel 1956 Blaise Cendrars si trasferisce definitivamente a Parigi e nel 1956 pubblica il suo ultimo romanzo Emmène-moi au bout du monde… (Portami in capo al mondo). Muore nel 1961, dopo aver ricevuto il gran premio letterario della città di Parigi.

Contatto

Biblioteca nazionale svizzera
Archivio svizzero di letterature
Vincent Yersin
Hallwylstrasse 15
3003 Bera
Svizzera
Telefono +41 58 46 26306
E-mail

Biblioteca nazionale svizzera
Archivio svizzero di letteratura ASL
Fabien Dubosson
Hallwylstrasse 15
3003 Berna
Svizzera
Telefono +41 58 462 87 10
Fax +41 58 462 84 08
E-mail

Stampare contatto

https://www.nb.admin.ch/content/snl/it/home/chi-siamo/asl/fondi-archivi/primo-piano/cendrars.html