27 settembre 1992. Galleria verso il futuro – Dick Marty

Un tunnel per unire la Svizzera: il 27 settembre 1992 il popolo elvetico si pronuncia a favore della Nuova ferrovia transalpina (NFTA). L’opera del secolo attraversa le montagne e porta verso il futuro della Svizzera.

Chi più, ormai, conosce la chiesa di Wassen? Con la realizzazione della NFTA questo emblema della mobilità svizzera finisce nel dimenticatoio. La nuova galleria di base del San Gottardo, il tunnel ferroviario più lungo al mondo, velocizza i collegamenti tra il nord e il sud attraverso le montagne. Accanto alla galleria di base del Lötschberg, alla galleria del Monte Ceneri e ad altri raccordi, la NFTA supera le dimensioni consuete.

Il via a questa visione superlativa è stato dato il 27 settembre 1992 dai voti delle cittadine e dei cittadini svizzeri. Il progetto NFTA consolida così la posizione della Svizzera nel cuore dell’Europa appena due mesi prima che il no allo Spazio Economico Europeo (SEE) tracciasse un sentiero politico divergente da quello europeo. Il progetto unisce il continente, avvicina il Ticino e il Vallese al resto della Svizzera e collega le sue regioni, lingue e generazioni. I tunnel, capolavori della tecnica, rappresentano una straordinaria impresa finanziaria e un punto di fuga dell’identità svizzera.

https://www.nb.admin.ch/content/snl/it/home/temi/storia/1992--alla-ricerca-della-svizzera/27-settembre-1992--galleria-verso-il-futuro--un-megaprogetto-col.html