Storia. L’ultima pièce di Friedrich Dürrenmatt - Un lascito per un archivio letterario nazionale

L’Archivio svizzero di letteratura è stato fondato grazie all'iniziativa di Friedrich Dürrenmatt, che ha vincolato la donazione delle sue opere alla creazione di un archivio letterario nazionale.

Friedrich Dürenmatt firma la convenzione ereditaria in presenza del Consigliere federale Flavio Cotti e del direttore dell’Ufficio federale della cultura Alfred Defago. (Fotografia: Lukas Lehmann)
Friedrich Dürenmatt firma la convenzione ereditaria in presenza del Consigliere federale Flavio Cotti e del direttore dell’Ufficio federale della cultura Alfred Defago. (Fotografia: Lukas Lehmann)

Nel 1987 Friedrich Dürrenmatt, insieme ai professori Peter Nobel e Peter von Matt, presentò alla Confederazione una proposta di donazione per fondare un archivio letterario svizzero che riunisse lasciti letterari d'importanza nazionale da gestire come istituzione annessa alla Biblioteca nazionale svizzera e i cui fondi fossero a disposizione della ricerca. In seguito a colloqui preliminari informali con Alfred Defago, l'allora direttore dell'Ufficio federale della cultura, il capo del Dipartimento federale dell'interno Flavio Cotti sottopose la richiesta al Consiglio federale che la approvò. Il contratto successorio fu firmato il 27 giugno 1989. Dopo una fase di preparazione di più di un anno, l'Archivio svizzero di letteratura vide la luce l'11 gennaio 1991, poco dopo la morte dello scrittore avvenuta nel dicembre 1990. All'Archivio svizzero di letteratura fu integrata anche la sezione dei manoscritti della Biblioteca nazionale.

Contatto

Biblioteca nazionale svizzera
Archivio svizzero di letteratura ASL
Hallwylstrasse 15
3003 Berna
Svizzera
Telefono +41 58 462 92 58
Fax +41 58 462 84 08
E-mail

Stampare contatto

https://www.nb.admin.ch/content/snl/it/home/collezioni/l_archivio-svizzero-di-letteratura-asl/l_asl--un-archivio-per-le-quattro-letterature-della-svizzera/storia--l_ultima-piece-di-friedrich-duerrenmatt---un-lascito-per.html