Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore

Stampa     


Mostre - Programma 2008

Salvo modifiche

ALL' INIZIO È LA PAROLA - Enciclopedie in Svizzera


Manifesto della mostra
Dal 7 novembre 2008 al 29 marzo 2009

La mostra pone l’accento sull’universo del sapere. Prendendo spunto dal Dizionario storico della Svizzera (DSS) affronta il tema della produzione e memorizzazione del sapere e della sfida che esse costituiscono. Riferendosi all’articolo del DSS su Ruth Dreifuss si rimanda ad altri articoli che rappresentano episodi della vita dell’ex consigliera federale: Endingen (suo luogo di attinenza), Cantone di Ginevra (suo luogo di residenza), ebraismo, movimento femminile, AVS, Unione Europea, ricerca e Francis Matthey. La mostra documenta le parole chiave e ripercorre la loro genesi. Una mostra in collaborazione con il Dizionario storico della Svizzera. Mostra a cura di Peter Erismann e Andreas Schwab. Allestimento: Gerhard Blättler

Muriel Gerstner Andare alle cattive case


Muriel Gerstner Andare alle cattive case
Dal 22 agosto al 17 ottobre 2008

L’UFC presenta il lavoro «Andare alle cattive case» della scenografa Muriel Gerstner alla Biblioteca nazionale svizzera a Berna. L’istallazione è stata elaborata per l’11a Quadriennale internazionale di scenografia e architettura teatrale 2007 di Praga ed è accompagnata da un opuscolo, un catalogo e tre eventi collaterali. Muriel Gerstner conduce le visitatrici e i visitatori in una casa misteriosa, nelle cui stanze vengono confrontati con i relitti degli abitanti. Che cosa è successo effettivamente nella casa? Dove sono i suoi abitanti?

Programma collaterale:

Venerdì, 22 agosto, dalle 18.00 alle 20.00
SI PREGA DI NON ENTRARE: LE CASE DEL MALE AL CINEMA
Conferenza con brani cinematografici di Elisabeth Bronfen e Johannes Binotto

Venerdì, 3 ottobre, dalle 18.00 alle 19.00
SOTTO IL VINCOLO DEL SEGRETO
Händl Klaus legge estratti delle sue opere

Venerdì, 10 ottobre, dalle 18.00 alle 19.00
DISCUSSIONE DI LABORATORIO
Nicole Müller conversa con Muriel Gerstner, Judith Gerstenberg, Sebastian Nübling e Lars Witterhagen sul loro lavoro teatrale comune.

Programma dettagliato:

Tipo:  PDF
Muriel Gerstner Andare alle cattive case
Ultima modifica: 31.07.2008 | Grandezza: 153 kb | Tipo: PDF


WILHELM SCHMID - Opere della Collezione d’arte della Confederazione


Dal 16 maggio al 2 agosto 2008

L’opera di Wilhelm Schmid (1892, Remigen AG – 1971, Brè sopra Lugano) è tuttora largamente sottovalutata. Questo artista svizzero è stato un protagonista delle avanguardie nella Berlino degli anni dal 1917 al 1933 e in particolare un pioniere della Nuova oggettività. Considerato dal regime nazista un artista «degenerato», ritorna in Svizzera nel 1938 dove porta avanti, in una situazione di relativo isolamento, una ricerca pittorica che s’inscrive nel realismo magico. Nel dopoguerra dipinge per l’Esposizione nazionale delle Belle Arti del 1946 l’immenso quadro «La Cena», rappresentazione profana della Santa Cena allora oggetto della censura federale. Per legato testamentario l’artista dona un gruppo di 30 dipinti alla Confederazione, tra cui «La Cena». Nell’ambito di un importante programma di restauro e di valorizzazione del fondo Wilhelm Schmid, che si compone di 40 opere, la Collezione d’arte della Confederazione gli dedica una mostra incentrata sulla figura umana e sulla famosa «Cena».

Ultimo aggiornamento: 03.11.2008

Fine zona contenuto

Ricerca a testo integrale

Contatti

Biblioteca nazionale svizzera
Marketing e comunicazione
Peter Erismann
Hallwylstrasse 15
3003 Berna
T +41 58 462 68 44
F +41 58 462 63 84
E E-Mail


http://www.nb.admin.ch/aktuelles/01962/01963/index.html?lang=it